Prenotazioni
AIC
  • E’ il momento del Kebab

    Posted on febbraio 11, 2013 by in Guestbook

    Il Tankard Pizza Tavern arricchisce le proprie proposte con il Kebab.
    Il kebab e’ un piatto, a base di carne, tipico della gastronomia turca, divenuto popolare in tutto il mondo grazie alle immigrazioni provenienti dal Medio Oriente.
    Il tipo di kebab più famoso probabilmente è il döner kebab. Il fatto che in Turchia venga chiamato anche con un’espressione che significa “kebab da passeggio”, per l’abitudine di mangiarlo anche mentre si cammina per strada, non ha nulla a che vedere col suo nome, dal momento che döner kebab è traducibile come “kebab che gira”, con riferimento allo spiedo verticale rotante nel quale la carne viene infilzata e fatta abbrustolire, facendola ruotare sull’asse del girarrosto.
    Il tipico metodo di cottura del kebab è quello con lo spiedo verticale rotante. La carne, tagliata a fettine, viene sagomata e infilzata nello spiedo verticale, fino a formare un grosso cilindro rastremato verso il basso alla cui sommità vengono poi infilzate parti grasse che, sciogliendosi e scolando, evitano l’eccessivo abbrustolimento ed essiccamento della carne. Lo spiedo viene poi fatto ruotare vicino a una fonte di calore, che una volta consisteva in brace rovente sistemata in apposite griglie disposte verticalmente intorno allo spiedo e che oggi è invece un’apposita macchina con resistenze che vengono riscaldate tramite l’elettricità o il gas.

     

    Prima di essere predisposta e cotta la carne viene condita o marinata; le erbe o le spezie usate in questa fase variano a seconda del luogo e vi si possono trovare una vasta gamma di sapori del mediterraneo: origano, menta, peperoncino, cannella, cumino, coriandolo, aceto ecc.
    Il taglio della carne procede dall’esterno del cilindro di carne, a mano a mano che questo cuoce, verso l’interno, con un movimento che va dal basso verso l’alto per far sì che il grasso sciolto che cola da sopra resti il più possibile sulla carne impregnandola e impedendo che, abbrustolendosi, diventi troppo secca e dura. Il taglio viene effettuato manualmente tramite un coltello affilatissimo, oppure più frequentemente facendo scorrere sul cilindro una macchinetta elettrica con lama rotante che asporta sottili fettine.
    La carne così preparata viene servita all’interno di panini, o collocata su un piatto vero e proprio. Come condimento si aggiungono verdure miste, e varie salse: le più tradizionali sono la Samurai a base di harissa piccante, l’Hummus a base di ceci e il Tzatziki fatto con yogurt e aglio. Ben presto però i venditori iniziarono a offrire anche salse come la maionese o il ketchup, per venire incontro alle richieste dei clienti occidentali.